Notizie

CdS-L’Inter di Conte Campione d’Italia, Scudetto numero 19!

I nerazzurri conquistano il titolo con quattro giornate di anticipo grazie al successo sul Crotone e al pari dell’Atalanta con il Sassuolo

MILANO – Ora è ufficiale: l’Inter è campione d’Italia 2020/2021! Dopo il successo di ieri con il Crotone e il pareggio odierno dell’Atalanta con il Sassuolo può partire ufficialmente la festa di Conte e i suoi ragazzi che dopo 9 anni mettono fine al dominio Juve conquistando il 19esimo scudetto della storia nerazzurra. Con quattro giornate d’anticipo arriva a conclusione il percorso del tecnico leccese che torna a vincere un campionato in Italia dopo il mitico tris messo a segno sulla panchina bianconera tra il 2011 e il 2014. Ora è tempo di festa a Milano per il popolo dell’Inter che può tornare a festeggiare il trionfo in Serie A, dopo un digiuno durato 11 anni da quell’ultimo trionfo con Mourinho in panchina.

Inter, ecco le parole di Conte dopo lo scudetto

Scudetto Inter, tifosi scatenati sui social

Inter Campione d’Italia: al Duomo esplode la festa

Migliaia di tifosi dell’Inter hanno invaso Piazza Duomo in Milano per festeggiare lo Scudettonumero 19. In barba ad ogni indicazione anti Covid-19, tra i fans nerazzurri è esplosa la gioia dopo oltre dieci anni di astinenza da vittorie. I soliti cori contro Juventus e Milan, abbracci, salti e canti per festeggiare lo Scudetto. Mascherine abbassatte e nessun distanziamento sociale, così i tifosi dell’Inter non hanno resistito alla voglia di celebrare i propri beniamini.

 

Scudetto all’Inter: gli auguri della Juve

Scudetto all’Inter e arrivano i messaggi della Juve, di Agnelli e Lapo Elkann.  Dopo nove scudetti consecutivi, la Juventus cede il passo all’Inter. La società bianconera, al termine del match tra Sassuolo e Atalanta, che ha permesso ai nerazzurri di festeggiare lo scudetto con quattro giornate d’anticipo, ha voluto fare i complimenti alla società interista attraverso i propri profili social.

I complimenti di Paratici all’Inter e a Conte

Inter, Zhang e i dirigenti festeggiano sul tetto della sede

È festa anche per dirigenti e dipendenti dell’Inter dopo la vittoria dello scudetto. In diversi infatti, tra i quali il presidente Steven Zhang, l’ad Alessandro Antonello e il ds Piero Ausilio, si sono affacciati dal tetto della sede di Viale Liberazione a Milano per festeggiare con le sciarpe, mentre sulla strada sottostante proseguono incessanti i caroselli dei tifosi in auto. Arrivato in sede, sventolando una maglia nerazzurra dal finestrino della macchina, anche l’ad Beppe Marotta. “Grazie a tutti”. Con questo brevissimo messaggio pubblicato su Instagram Zhang ha ringraziato tutti i membri della squadra nerazzurra allenata da Conte che questo pomeriggio ha conquistato lo scudetto.

Inter Campione d’Italia: la festa parte sui social

“Siamo noi, siamo noi, i campioni del’Italia siamo noi!”. Questo il tweet del club nerazurro al triplice fischio di Sassuolo-Atalanta che consegna lo scudetto numero 19 all’Inter. Parte sui social la festa per la conquista del titolo che prosegue anche sul canale Instagram dove la scritta “Campioni d’Italia”viene scandita per ben 19 volte. Non mancano però le raccomandazioni viste le restrizioni anti-Covid: “Ora è il momento della festa: di tutti gli interisti. Una gioia che si sprigiona genuina ma che invitiamo a esprimere nella maniera più responsabile possibile: siamo campioni anche in questo!”.

 

Scudetto Inter, Eriksen e i giocatori festeggiano sui social

“Campioni”. Così il centrocampista dell’Inter, Christian Eriksen ha celebrato sul proprio profilo Twitter lo scudetto nerazzurro.

 

 

Anche Icardi si congratula con l’Inter

“Complimenti Inter, campioni”. Anche l’ex capitano Mauro Icardi si congratula con la squadra nerazzurra per la vittoria dello scudetto, in un post su Instagram. L’attaccante argentino, ora al Psg, aveva lasciato l’Inter nell’estate 2019 dopo le polemiche seguite alla decisione della società di togliergli la fascia.

Le parole di Paolo Bonolis sullo Scudetto dell’Inter

Un grande tifoso dell’Inter, Paolo Bonolis, è intervenuto ai microfoni di Sky: “Sono felicissimo anche perchè ce lo aspettavamo ma a volte in casa Inter sono successe cose imprevedibili. Conte ha creato un gruppo solido, tutti fondamentali dai dirigenti fino ai magazzinieri. E’ bello anche quando una cosa la si attende da tanto tempo. Quando diventa abitudine, come per altri, può perdere la bellezza. A livello motivazionale probabilmente l’eliminazione dalla Champions può aver dato la spinta giusta ma penso che il momento fondamentale sia stato quando Conte è riuscito a tirare indietro il pressing di una trentina di metri. Abbiamo avuto a disposizione più campo sfruttando gli uomini di gamba ed è cominciata una grande cavalcata. Non posso sapere se senza Conte lo scudetto sarebbe arrivato ma c’era ed è merito di tutti compreso lui. La società ha problemi di politica economica internazionale cinese di conseguenza lì o sei d’accordo o sei dissidente. La famiglia Zhang lo sta facendo e si è dovuta ritrarre da alcune volontà di investimento che prima non poteva prevedere. Secondo me tutti quello che hanno indossato la maglia dell’Inter sono stati protagonisti. Se Lukaku è stato il regista offensivo così anche il centrocampo e la difesa stessa che finalmente ha trovato un equilibrio importante. Ma anche le riserve ad esempio Darmian. Sono stati pochi quelli apparsi sotto le attese in questa stagione. Hakimi freccia fondamentale, Lautaro è tornato ad essere quello di inizio anno scorso. Quindi come fai poi a tirare il coniglio dal cilindro, c’è una nidiata meravigliosa“.

Lukaku e Lautaro: la coppia dei sogni nerazzurri

La cavalcata nerazzurra è iniziata a gennaio. Dopo la sconfitta sul campo della Sampdoria (2-1 il sei gennaio), gli uomini di Conte hanno collezionato quattordici vittorie e tre pareggi. Sotto i colpi di Lukaku e compagni sono caduti la Juventus (2-0 a San Siro), il Milan (3-0 nel derby), l’Atalanta (1-0), la Lazio (3-1). Decisivi i gol della coppia offensiva Lukaku-Martinez (36 reti in 2).

Condividi
Secured By miniOrange