Coppa Italia

Napoli-Inter, niente porte chiuse: “Ipotesi difficile”

cds Ciro Borriello, assessore allo sport del capoluogo campano, ha escluso che la semifinale di ritorno di Coppa Italia si possa giocare senza tifosi al San Paolo

NAPOLI – L’epidemia di coronavirus ha inevitabilmente stravolto gli impegni, nei tempi e nella forma, di tutti i club di Serie A. Tra partite a porte chiuse, rinvii, date impossibili e calendari intasati, pochissime società possono dire di non aver avuto ripercussioni più o meno gravi a causa dell’emergenza. Tra queste c’è il Napoli. La Campania non è considerata tra le regioni a rischio contagio e, sia in campionato contro il Torino che in Champions col Barcellona, la squadra di Gattuso ha sempre potuto giocare davanti ai propri tifosi senza alcun tipo di restrizione.

Napoli-Inter a porte chiuse? Risponde l’assessore Borriello

Non c’è motivo, quindi, per credere che non sarà così anche giovedì nella semifinale di ritorno di Coppa Italia contro l’Inter. A confermarlo è l’assessore della città, Ciro Borriello, ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli: “Noi non abbiamo sospeso alcuna attività. Voglio ricordare che il Comune di Napoli è stato il primo ente ad aver previsto una sanificazione degli istituti scolastici e arriveremo anche agli impianti sportivi, ma questo non vuol dire chiuderli. Napoli-Inter è più una questione di ordine pubblico che di coronavirus. Far disputare una gara a porte chiuse è una scelta molto complicata. Il Comune non ha ricevuto nessuna indicazione che lo porti a pensare di chiudere lo stadio per questo match”.

 

Condividi
Secured By miniOrange