Notizie

CdS-Napoli, Manolas: una certezza per Luciano. Torna il sodalizio

 Il difensore è stato già allenato a Roma da Spalletti: un’unione che si rinnova con l’obiettivo di mettere in campo un reparto “cattivo”

NAPOLI – Ridisegnare il Napoli, partendo anche da qualche vecchia conoscenza. Una in particolare, che corrisponde al nome di Manolas, alla corte di Luciano Spallettinella stagione e mezza del suo ritorno in giallorosso (da metà gennaio 2016 alla fine di maggio del 2017). Sodalizio fra i due già ampiamente sperimentato, fatto anche di piccoli screzi prontamente sanati, ma soprattutto di piazzamenti d’un certo rilievo: con la piazza d’onore sottratta sul filo al Napoli di Sarri (stagione 2016/17), ed il terzo posto da subentrato (a Garcia) in quella precedente. D’altronde, dal punto di vista del centrale azzurro, il tecnico di Certaldo in quel periodo già s’appellava all’oramai famosa “cazzimma” nel corso delle lunghe sedute coi suoi.

 

Sodalizio che si rinnova

Seppur trovando parole diverse, ma il concetto era più o meno quello: “Lui vuole vincere sempre, e per vincere dice che c’è bisogno di un allenatore “cattivo” e di una squadra sulla stessa lunghezza d’onda“. Così a suo tempo Kostas si soffermava su alcuni aspetti dell’allenatore toscano e, in effetti, quella Roma non poteva definirsi seconda a nessuna in fatto di combattività. Spalletti e Manolas, sodalizio che si rinnova per provare a rialzarsi prontamente dopo aver appena sbattuto contro un muro, proprio alla resa dei conti. E se queste sono le premesse (caratteriali) del nuovo tecnico, va da sé che il Napoli non possa che beneficiarne, con la prospettiva d’innalzare quel livello di “cattiveria” che con Gattuso s’era soltanto vista a sprazzi.

Condividi
Secured By miniOrange