Notizie

CdS-Calciomercato Napoli, è pronta la lista di colpi per la Champions

De Laurentiis e Giuntoli al lavoro per rinforzare la squadra: scopriamo chi è nel mirino reparto per reparto

Il giorno dopo è quello di una riflessione che parte da lontano. Che comincia dalla difesa e arriva fino all’attacco, passando per la porta: una squadra da valutare, da assemblare in relazione allo scioglimento dei nodi che da un po’ agitano la vita del Napoli che verrà. Che sarà. A cominciare dalla questione dei portieri, certo, uno che va e l’altro che viene; e poi la difesa, l’attacco e il centrocampo. Dove Mattias Svanberg, svedese di 23 anni che del Bologna è uno degli uomini in copertina di una stagione di buonissimo livello, scala posizioni. E ancora: in attesa degli incontri con il manager di Koulibaly e il manager di Rrahmani, rispettivamente Ramadani e Alij, c’è un mosaico difensivo da mettere insieme e da rinforzare, comunque: con il rinnovo di Juan Jesus, certo, e poi con un’altra idea scandinava tutta da scoprire nella formula: Leo Ostigard, 22 anni, norvegese del Genoa di proprietà del Brighton. Idee su idee e un punto cardine: tutto gira soprattutto intorno a lui, Victor Osimhen, il frontman dell’attacco e anche del mercato. Lo United, cioè il club più interessato, conosce il prezzo: sono 110 milioni di euro. E spostano gli equilibri del mercato.

A sinistra nel mirino Parisi e Hickey

E allora, il nuovo che avanza. Che non accenna a rallentare al netto di una stagione che ormai è quasi in archivio: dopo la vittoria con il Toro, alla terzultima dal traguardo, il Napoli ha ormai ipotecato il terzo posto che insieme con una Champions già in tasca, porterà in dote anche 4 milioni di euro in più nelle casse. O giù di lì. Il mercato, nel frattempo, è nel vivo. In tutti i reparti. Da un po’: lo ha inaugurato il georgiano Khvicha Kvaratskhelia, trequartista di 21 anni che agirà nel vuoto lasciato da Insigne, e lo proseguirà l’uruguaiano Mathias Olivera, ventiquattrenne terzino sinistro del Getafe e della Celeste che anche il presidente del club spagnolo ha ormai accostato ufficialmente al Napoli: questione di dettagli, sì, e poi il dopo-Ghoulam entrerà nel vivo. A sinistra osservati speciali Fabiano Parisi dell’Empoli (21) e lo scozzese del Bologna, Aaron Hickey (19).

 

Svanberg e Barak per il centrocampo

È del Bologna anche uno degli obiettivi più in voga per il centrocampo: Svanberg, nazionale svedese che piace molto e anzi moltissimo in vista di quella che dovrebbe passare alla storia recente del Napoli come un’autentica rivoluzione: Fabian è in uscita, Zielinski e Demme sono in bilico e ciò significa che il reparto è in piena evoluzione. Certo, Elmas e Lobotka sono confermati e Anguissa sarà riscattato dal Fulham, ma qualcosa bisognerà fare e oltre al ceco Antonin Barak (27) del Verona, uno che al ds Giuntoli piace moltissimo, il club ha inserito nella lista Svanberg. Quantità e qualità, gol e assist (3 e 3): niente male davvero, le relazioni e le referenze; e tra l’altro il suo contratto è in scadenza nel 2023, particolare che implica la necessità di ridimensionare le richieste per il suo cartellino. Non è un caso, infatti, che al momento le offerte recapitate sono state tutte inferiori ai 10 milioni di euro.

La lista di attaccanti se parte Osimhen

Nel frattempo, lo United ha chiesto il prezzo di Osimhen. Ufficialmente: 110 milioni di euro è la richiesta di partenza; trattabile, sì. E se con quelli di Manchester si arriverà a un accordo – prima o poi – allora il Napoli si fionderà su Gianluca Scamacca (23) del Sassuolo, la prima scelta. In lista anche Sebastien Haller(27) dell’Ajax e Martin Terrier (25) del Rennes. Nome nuovo: occhi aperti sulla stellina dello Sparta Praga, Adam Hlozek. Diciannove anni di talento e gol. Nel monitor azzurro anche il Cholito Giovanni Simeone(26) dell’Hellas. E poi c’è Andrea Belotti (28) del Torino: il suo parametro zero non passa inosservato.

Condividi
Secured By miniOrange