Notizie

Parametri zero, quanti affari in estate: la lista completa degli svincolati

cds Da Cavani a David Silva, da Götze a Giroud: nell’anno del virus, i dirigenti devono evitare spese folli ed essere bravi ad anticipare la concorrenza

Non si tratta più di essere avidi, o golosi, o semplicemente scaltri. Nell’anno del coronavirus il mercato degli svincolati diventa una necessità imprescindibile per quasi tutte le società d’Europa, che aspettano la clemenza dell’Uefa in termini di fair play finanziario. Per questo abbiamo scandagliato i fondali di tutto il mondo per scoprire se e come le squadre potranno rinforzarsi con i giocatori in scadenza di contratto. Per comodità di lettura abbiamo diviso il prodotto in tre fasce: 1) quella dei giocatori più ricchi e costosi, che chiederanno ingaggi importanti agli offerenti; 2) quella variegata delle occasioni, che spazia dalla provincia italiana ai campionati polacco e qatarino; 3) quella degli Under 23, composta da prospetti che possono rappresentare investimenti per il futuro.

Fascia 1: I ricchi

In questo settore l’Italia offre relativamente poco. Perché Mertens e Chiellini, due campionissimi, rimarranno svincolati per poco: è attesa a breve la firma sul rinnovo con le rispettive società, Napoli e Juventus, che dovranno fare un bel sacrificio per tenerli in casa. Il terzo uomo, Ibrahimovic, vale un discorso a parte: a 39 anni, dopo il breve periodo di ritorno al Milan, sarà lui a decidere se vorrà continuare un altro anno. Molto interessante è invece il panorama francese dove il Psg ha tre giocatori da rilasciare: il quarto, Thiago Silva, dovrebbe prolungare. Per Cavani viceversa l’addio è sicuro. A gennaio si era parlato di un passaggio all’Atletico Madrid, ma chissà che una società italiana non riesca all’ultimo momento a convincerlo a chiudere la carriera dalle nostre parti. In fondo in Serie A, tra Palermo e Napoli, si è divertito. Vanno a parametro zero anche i due terzini Meunier e Kurzawa, che per età possono valere un tentativo. Ma adesso attraversiamo la Manica: tre campioni del Chelsea si liberano, dando l’idea di poter ancora erogare calcio di buon livello. Dal brasiliano Willian, esterno imprendibile, all’ottimo spagnolo Pedro, che la Roma ha sondato nella sessione trasferimenti invernali, fino al centravanti campione del mondo Giroud, che sembrava destinato all’Inter e forse alla fine all’Inter andrà. Ma c’è talento top class pure al City, dove potrebbe sparire la Champions League il prossimo anno per la sentenza Uefa: David Silva, uno degli artisti del calcio contemporaneo, ha deciso di lasciare Manchester per vivere una nuova esperienza. Nella sua mente sono il Qatar, il Giappone e gli Stati Uniti, ma il Milan sta cercando di convincerlo a virare sulla Serie A. E non sarebbe male.

 

Condividi
Secured By miniOrange