Mercato

L’Inter chiede 80 milioni per Icardi: Napoli e Juve spiazzate

Cds

L’argentino si allenerà con il gruppo ma senza giocare le partite ufficiali

di Alfredo Pedullà

Sfinimento. Non ci viene un’altra parola per giudicare la vicenda Icardi: trattasi di quel rimbalzo che dovrebbe portarti a un risultato concreto, ma spesso – e in automatico – ti ritrovi al punto di partenza. Sfinimento, appunto. Il riepilogo delle puntate precedenti: è vero che Icardi resta un chiodo fisso della Juve in caso di partenza di Higuain, ma è anche vero che l’Inter con la Juve vorrebbe trattare a certe condizioni. Non si può Dybala? Allora partiamo da 80 milioni per il cartellino, che potrebbe essere un punto di arrivo. Ma c’è il piccolo e non trascurabile particolare che quella somma la Juve non intenderebbe versarla sul conto corrente nerazzurro.

LA TARIFFA PER TUTTI – Ottanta milioni, teniamo a memoria. La stessa cifra che è stata fatta in linea di massima anche il Napoli, nel bel mezzo dei lavori diplomatici tra De Laurentiis, Giuntoli e Wanda Nara per trovare il resto della quadratura. Perché 80? Perché Suning è entrata (giustamente) nell’ordine di idee che non si possano fare sconti quando il Manchester United ti chiede circa 85 milioni per il signor Romelu Lukaku. E se non è possibile (salvo clamorose sorprese) utilizzare quella cifra oggi per andare all’assalto del colosso belga, l’Inter sostiene che sarebbe poco conveniente fare uno sconto nei riguardi di chi fosse ancora interessato al cartellino di Mauro. Anche per una questione di immagine, non è possibile pensare che quando acquisto debba svenarmi e quando cedo debba accettare le condizioni degli altri. Oggi è così, ma questa è una partita lunghissima, sapevamo di andare al quinto set di Wimbledon senza alcun tipo di smentita.

RITORNO ALLA BASE

Il rapporto con il suo attuale club andrà consumato secondo il cliché delle ultime settimane. Lavoro con il gruppo, niente partite ufficiali, gestione il più possibile serena per evitare ulteriori incidenti diplomatici.

Condividi
Secured By miniOrange