Notizie

CdS-Napoli, Mertens: “Qui sono un re, posso giocare fino a 40 anni”

L’attaccante di Gattuso dal ritiro del Belgio: “Sto vivendo una favola. Futuro? Non farò l’allenatore, troppo stressante”. Scopri i dettagli

Il ritorno in campo, il posto da titolare al centro dell’attacco, i 100 gol in Serie A, la fiducia e la forma ritrovate, Dries Mertens si sta riprendendo il Napoli dopo l’infortunio alla caviglia che l’ha tenuto ai box. Con la maglia azzurra addosso si sente speciale: A Napoli sono un re, è vero, ma basta poco per perdere il trono. Per ora sto vivendo una favola. Non ho paura che la mia popolarità finisca dopo il calcio. Non ho paura che la gente si dimentichi di me”, ha detto dal ritiro del Belgio a ‘HLN’. Sul futuro: “Fare l’allenatore una volta smesso è troppo stressante. I mister sono sempre stanchi. Per ora voglio continuare a giocare, a volte credo di poterlo fare fino a 40 anni, altre penso che non ho ancora figli, se mi fermo posso viaggiare per il mondo. Sarebbe bello scoprire cose nuove anche se ora siamo in una bolla. Dopo il ritiro vivrò in Belgio, vedo troppo poco i miei nipotini. Ho parlato con Kat del nostro bellissimo appartamento a Napoli, vorrei tenerlo ma credo che sarà difficile”, ha concluso.

 

Condividi
Secured By miniOrange