Notizie

Ancelotti: “Sono felice, una serata che può segnare la svolta”

Sito ufficiale del calcio Napoli

“Questa serata può segnare la svolta”. Carlo Ancelotti conferisce più significati a questo successo azzurro a Salisburgo che lancia il Napoli verso una più vicina qualificazione ma dà anche una grande energia mentale. 

“Sono felice, felice per tante cose, soprattutto dello spirito del gruppo. Mi aspettavo questo atteggiamento della squadra, i ragazzi hanno dimostrato il proprio valore non solo tecnico ma anche caratteriale”. 

“Abbiamo avuto un ottimo approccio alla gara, poi nel primo tempo ci sono stati dei momenti di calo dopo il gol, ma in assoluto la tensione è stata sempre alta da parte di tutti”. 

“Il Salisburgo è un avversario molto competitivo e quello che mi ha soddisfatto è stato riuscire a tenergli testa e imporre la nostra mentalità anche su un campo che era imbattuto da anni”. 

Su Mertens: “Era la serata idelae per poter centrare il suo traguardo nella classifica dei bomber. Siamo tornati a vincere fuori casa in Europa dopo 3 anni e i suoi gol sono stati fondamentali”. 

L’abbraccio con Insigne: “Ero convinto anche che avrebbe potuto incidere nel corso della partita. Ho detto a Lorenzo che avrebbe deciso i match e ci siamo abbracciati dopo il gol. Avevo studiato la sfida contando su 14 uomini, come avevo già detto, e tutti quelli che sono entrati hanno dato una grande scossa alla squadra”. 

Qualificazione più vicina? “Mah, diciamo che adesso il match point ce labbiamo in casa noi con il Salisburgo. Ma nel calcio bisogna essere sempre al top, soprattutto in campo internazionale” 

 

Condividi
Secured By miniOrange