Notizie

Napoli, situazione arbitrale preoccupante. Ecco la differenza con Lazio, Juve e Inter

Napolipiu La situazione arbitrale contro il Napoli è preoccupante se paragonata a quella di Juventus, Inter e Lazio. Azzurri penalizzati non solo sui rigori.

La situazione arbitrale è preoccupante. Sultrattamento arbitrale riservato al Napolisarebbe stato almeno doveroso un intervento federale ma fino ad oggi il silenzio è assoluto.

Il presidente De Laurentis ha paventato una richiesta di risarcimento per i danni arrecati alla squadra e alla Società ed è quasi impossibile non condividere un’eventuale tale iniziativa. 15 calci di rigore negati in 23 giornate di campionato, avendo a disposizione anche un mezzo tecnologico, sono un record sconcertante e senza precedenti per uno sport caratterizzato principalmente da episodi. Una squadra da scudetto rischia di restare fuori da ogni traguardo, persino l’ingresso in Europa League potrebbe rappresentare un semplice contentino.

RIGORI NEGATI AL NAPOLI, LA DIFFERENZA CON LA LAZIO

Si pensi alla classifica della Lazio senza i 14 rigori assegnati, oppure alla classifica della Juventus senza gli 8 rigori dati.  Si pensi alla classifica della Juventus senza i 35 errori a favore commessi; Il conteggio, seppure per difetto, è di Carlo Nesti, torinese doc.

Al Napoli non sono stati risparmiati nemmeno le reti irregolari convalidate contro, nonostante il VAR. Ma non è solo questione di rigori e reti irregolari, nel campionato degli svariati errori arbitrali pesano quanto, e più dei rigori, le stravaganti pesature arbitrali. Quanto combinato da Chiffi in Juventus – Brescia è stupefacente in proposito. I due cartellini gialli, il secondo anche molto opinabile, mostrati ad Aye nel giro di 4 minuti sono da ritenersi persino scandalosi paragonati alla mancata espulsione di Cuadrado per il fallaccio su Bisoli.

A Bologna Schouten per analogo intervento, e piede più basso, su Behrami è stato espulso. I numeri arbitrali dopo 24 giornate di campionato sono straordinari e rivelano l’enorme discrepanza esistente fra le squadre in gioco e l’uso dei cartellini che ne fanno gli arbitri. Ma non solo sulla valutazione dei falli. Per proteste Di Bello espelle Koulibaly (Napoli – Cagliari), ma per le proteste Rocchi non fa altrettanto con Dybala (Atalanta – Juventus); per proteste è espulso Lautaro (Inter – Cagliari), ma per proteste non è espulso Ronaldo(Napoli – Juventus).

NAPOLI E BRESCIA

Il Napoli resta la squadra più corretta del torneo con soli 278 falli commessi, ma ciononostante riceve un cartellino giallo ogni 5.14 falli commessi. Gli azzurri hanno più ammonizioni (54) di Atalanta (51) e Juventus (53) che di falli ne hanno commessi una cinquantina in più, e non sono bruscolini. L’Atalanta riceve un cartellino giallo ogni 6.43 falli fatti e la Juventus ogni 6.18 falli commessi. Meglio del Napoli sono trattate anche Parma, Udinese e Torino. Nella lotta al vertice la Lazio è la peggio trattata, ma è singolare il trattamento riservato al Lecce, al Genoa e alla Spal che lottano per non retrocedere. Il Bologna è sul fondo di questa speciale classifica, con un cartellino giallo ogni 4.83 falli fatti.

La situazione non è rosea nemmeno nella speciale classifica dei falli subiti. Di solito sono le squadre tecnicamente più attrezzate a subire un maggior numero di falli, ma nel campionato italico sono spesso le squadre di bassa classifica a subire un numero elevato di falli e spesso manca l’adeguato riscontro in numero di ammonizioni, espulsioni ed anche rigori.

Il Brescia è fra le squadre più corrette del torneo ma ha subito ben 6 rigori e sei espulsioni per i 317 falli fatti. Lo stesso Brescia, che lotta per non retrocedere, è la squadra che ha subito più falli di tutte le altre ma nonostante ciò ha calciato solo 2 rigori ed in tre circostanze gli è stata negata la superiorità numerica. La Lazio è la squadra che ha subito meno falli in assoluto (258) ma i suoi avversari hanno subito 14 rigori e 5 espulsioni.

JUVE E INTER

E’ stata fortunata anche la Juventus che pur commettendo più falli di quanti ne ha subito è stata perdonata di 6 espulsioni e 7 rigori (il conteggio è di Carlo Nesti, torinese doc nell’arbitrometro). Per i 296 falli commessi, gli avversari della Juventus hanno subito 70 cartellini gialli, 5 cartellini rossi e 8 rigori. Non è andata male nemmeno all’Inter, ma è al Napoli che è capitato di peggio con 15 calci di rigore negati.

 

 

Condividi
Secured By miniOrange