Notizie

Napoli, Gattuso accusa Allan: “Non si è allenato come voglio io, resta a casa”

Repubblica Duro il tecnico sull’esclusione del brasiliano

Una sola ossessione chiamata Napoli. Chi non è sintonizzato, resta fuori. Rino Gattuso ha dimostrato la sua filosofia escludendo Allan per la trasferta di Cagliari. “Non si è allenato bene e quindi non è stato convocato. Quando lavorerà come piace a me, ne riparleremo. Non mi piacciono le passeggiate in campo, ne parleremo per la sfida con il Brescia. Lo avevo detto: dopo il mercato, si pensa 24 ore al giorno al Napoli, devo gestire 24-25 giocatori, non posso pensare soltanto ad uno”. E’ questa la filosofia dell’allenatore azzurro, reduce dalla bella vittoria di San Siro contro l’Inter. “Faccio una precisazione. Il nostro non è stato un catenaccio. Abbiamo avuto il 46% di possesso palla, siamo stati accorti e organizzati. Non dobbiamo perdere queste caratteristiche neanche domani. Sarà una partita complicata, assomiglierà molto a quella di Genova contro la Sampdoria. Noi abbiamo tanti stimoli, il primo è quello di raggiungere 40 punti e toglierci da questa situazione di classifica. Non è vero che non siamo determinati. La mancanza di continuità? Non ci dormo la notte, ho gli incubi a volte. Lavoriamo benissimo e poi in campo non siamo sempre continui. Credo di aver individuato il problema: a noi non piace aspettare e soffrire. E’ questo l’aspetto in cui dobbiamo migliorare. Da quando sono arrivato al Napoli, ho commesso un solo errore. Pensavo potessimo avere un pressing ultra-offensivo, non possiamo permettercelo, quindi dobbiamo essere compatti in fase di non possesso e poi mostrare la nostra qualità davanti”.

LA FORMAZIONE. Non ci saranno né Milik, né Koulibaly. “Milik ha un’infiammazione al ginocchio, Koulibaly non si sente al 100% ed è giusto non rischiare. Manolas, Maksimovic e Luperto stanno benissimo e mi danno garanzie. Ghoulam? Sarà convocato”. Demme è il punto di riferimento in mediana. “E’ un giocatore importante, ma anche Lobotka è molto forte. Gli manca solo un po’ di condizione fisica”. Mertens, invece, avrà le chiavi del tridente. “Attaccante fortissimo. Può fare tutto. Ci ha aiutato tantissimo a San Siro e lo ha fatto con grande naturalezza. In attacco ho tanti giocatori forti. Si parla tanto di Lozano, in Messico ce l’hanno con me, ma non posso farci nulla. Devo fare delle scelte per il bene del Napoli. Meriterebbe spazio anche Llorente”.

Il VAR. Gattuso è favorevole al Challenge, la chiamata da parte delle panchine. “Assolutamente sì. Dico anche di più. L’arbitro è un professionista e a fine partita deve spiegare le sue scelte, come facciamo noi. Mi sembra l’unica soluzione per evitare le polemiche”.

Condividi
Secured By miniOrange