Notizie

CdS-Rudi Garcia: “Napoli, ti spiego chi è Anguissa”

L’ex allenatore della Roma ha lanciato il neo acquisto azzurro in Ligue 1: “Uomo speciale, fisicamente eccezionale”

NAPOLI – Ai microfoni di Radio Marte è intervenuto l’ex allenatore della Roma Rudi Garcia, con il tecnico francese che ha parlato dell’ultimo acquisto del Napoli: il centrocampista Zambo Anguissa appena arrivato dal Fulham. “Anguissa è un uomo veramente speciale – assicura – puoi andare in guerra con un giocatore del genere, ho un rapporto molto stretto con lui. Ero al corrente della trattativa e delle sue visite mediche, prima di firmare mi ha scritto. Gli ho detto che scoprire il campionato italiano sarà una cosa bellissima, soprattutto al Napoli perché la rosa è molto forte. Rinforzo molto importante, anche perché uno come lui non c’era nella rosa. Fisicamente è una bestia, mancava un giocatore forte fisicamente. Lui però non è forte solo in questo, tecnicamente sa fare tutto. Io l’ho lanciato in Ligue 1 che aveva 20 anni e non aveva ancora giocato in un club molto strutturato, c’era molto lavoro da fare sul piano tattico“.

 

“Osimhen? Può diventare un crac”

L’obiettivo di Garcia si sposta poi su Victor Osimhen: “Osimhen può diventare un crac – sostiene Garcia – quando sei un difensore e lo marchi sai che non sarà una serata facile perché è sempre in movimento, chiede la palla in profondità, quando sei un centrale sai che devi correre molto e stare sulla linea del fuorigioco. La rosa del Napoli è una delle più forti. Scudetto? Sarà un genio chi è capace di dire chi vincerà ora. Il campionato è molto aperto. Sicuramente il Napoli ha le sue chance“. Per il momento Garcia rimane senza panchina, anche se non nasconde la voglia di tornare in pista. Purché, ovviamente si presenti l’occasione giusta: “Ho il lusso di avere un po’ di tempo per me – afferma l’allenatore francese – e per miei affari, per la mia famiglia. Cose che spesso non capitano agli allenatori. Ho rifiutato alcune propostein quest’estate, soprattutto quelle molto economiche ma da club che non giocano la Champions League. Ho anche rifiutato una proposta da chi gioca la Champions ma il progetto lo devi sentire, avvertire l’intuizione che dove vai puoi fare qualcosa di bello, come quando sono andato alla Roma. In Italia ci sono tante squadre forti con tanti grandi allenatori. Forse torno, vediamo! L’Italia è nel mio cuore – conclude Garcia – mi piacerebbe anche scoprire Inghilterra e Spagna ma anche l’Italia è una possibilità. Seguo e seguirò la Serie A con molta attenzione“.

Condividi
Secured By miniOrange