Notizie

CdS-De Laurentiis: “La scaramanzia quando gioca il Napoli”

Il presidente a Nola per la colatura di bronzo di Maradona che sarà allo stadio: “Il futuro di Insigne? E’ il capitano, dovete chiedere a lui”

NAPOLI – Ultima, significativa tappa prima del Maradona “svelato” pubblicamente. Oggi alle 15 c’è stato l’atteso “prequel” a Nola, lì dove hanno provveduto a rivestire la statua del Pibe de Oro con la definitiva colatura di bronzo. Si tratta dell’opera dedicata a Diego a grandezza naturale (col piede sinistro e la mano de D10S scaturiti da una scansione 3D e impreziositi da una foglia d’oro), realizzata alla Fonderia Nolana, commissionata dall’amico e manager Stefano Ceci per onorarne la memoria e una promessa fatta allo stesso nel 2017, quando divenne cittadino onorario. Alla cerimonia saranno presenti, oltre a Stefano Ceci, il sindaco di Napoli Gaetano Manfredi e il presidente Aurelio De Laurentiis.

Le parole di De Laurentiis

Ecco le dichiarazioni del presidente del Napoli riportate da Tuttonapoli.net: “Diego non è mai andato via da Napoli e il fatto che i napoletani hanno avuto quest’esigenza di voler intitolare lo stadio San Paolo a lui lo testimonia. A Napoli è nata la sua leggenda e credo sia un atto fondamentale di ricongiungimento. Poi si possono raccontare tante cose sull’uomo, ma nulla sul calciatore. I miti sono miti, è lì che si configura la grandezza e la grandezza è unica. Non c’ha la possibilità di essere commentata, si commenta da sola.

La statua di Maradona negli spogliatoi

“Ho pregato Stefano Ceci di fare varie copie perchè ne voglio mettere una anche nello spogliatoio in modo tale che ogni volta che i calciatori escono dal dressing room possano ammirarla, stringergli la mano o fargli una carezza che sia motivo di un attaccamento e di un credo particolare. Il bronzo di Diego avrà un tricolore sul petto? Di questo dovrebbe parlarne Stefano (Ceci, ndr) che è stato l’ideatore in fondo di questa statua. Non c’è dubbio che l’idea mi piacerebbe. Credo che questa statua sia il viatico del pensiero che il calcio per colpa o grazie al Covid, abbia capito di essere arrivato ad un punto senza ritorno. Bisogna fare un salto in avanti che significa far sedere tutte le istituzioni del calcio, far capire che senza i club non si va da nessuna parte. Andrebbe trovata una maggiore unitarietà per decidere il futuro dello sport più seguito e popolare del mondo. Dove verrà posizionato la statua di Maradona? Vedremo, perchè molto probabilmente ci saranno anche dei duplicati. Abbiamo un nuovo Sindaco che ha detto di essere disponibile con la proprietà e con la società su come modificare il Maradona Stadium, quindi con lui vedremo varie opportunità tra cui anche fare un grandissimo centro museale che sia anche di grande intrattenimento. Un’idea che ho da sempre che non sono ancora riuscita a realizzare che è quella di rendere lo stadio un’eccellenza per tutti coloro che vivono la città e per chi a viene a visitare, che sia vivace durante tutti e sette i giorni”.

 

Condividi
Secured By miniOrange