Mercato

CdS-Calciomercato Napoli, c’è una lista di attaccanti per sostituire Osimhen

Da Scamacca a Terrier, da Haller a Simeone: tutto è legato al destino del centravanti nigeriano. Scopriamo il ventaglio di soluzioni

NAPOLI – All’attacco. All’attacco di ogni possibilità lanciando esche, ami e sondaggi che nelle prossime settimane, o per meglio dire nel momento in cui il quadro con il faccione di Osimhen sarà definito nei contorni chiamati futuro, potrebbero anche diventare proposte serie. Il Napoli, però, non dorme mica, non può, e così da un lato lavora agli sviluppi della vicenda-Osi e dall’altro valuta tutti i profili possibili per un’eventuale degna sostituzione: e se Gianluca Scamacca è il made in Italy che non passa mai di moda e anzi è ritenuto chic, molto chic, le novità finite nel mirino degli osservatori azzurri hanno l’accento francese e il vizio (ottimo) del gol: Martin Terrier del Rennes, il viceré dei cannonieri della Ligue 1 con 21 reti; e Sebastien Haller dell’Ajax, titolare di cattedra in Eredivisie con 20 e lode e terzo di Champions con 11 gol collezionati fino agli ottavi. Bene. Ma non finisce mica così: con Mertens bisogna ancora formalizzare il rinnovo e con Petagna discutere per bene, e così il ds Giuntoli s’è lanciato anche sulle tracce di Giovanni Simeone del Verona, il Cholito. All’attacco degli attaccanti: come sopra.

La situazione

E allora, manovre senza limiti. Con una precisazione: i nomi sul tavolo sono numerosi, sono un plotoncino, ma prima di tutto il Napoli dovrà stabilire il destino dei tre uomini attualmente seduti sulle poltrone riservate ai centravanti: Osimhen, la priorità; poi Mertens, con il quale De Laurentiis in persona ha cominciato ad affrontare i cardini del rinnovo del contratto in scadenza, passando poi il pallone e il pallino del prossimo e decisivo incontro a Dries (“Gli ho detto: scegli tu quando vuoi sederti a parlarne”, ha spiegato); e infine Petagna, 27 anni il 30 giugno e la voglia legittima di sentirsi più protagonista. E se il prolungamento di Ciro il grande, secondo quanto raccontato ancora dal presidente, è una questione che non dovrebbe comportare problematiche particolari, sarebbero comunque due le caselle in bilico della rosa: ecco perché il ds Giuntoli sfoglia profili a ripetizione.

Opzione 1

L’italiano in copertina, dicevamo, è Scamacca: 23 anni, 195 centimetri, talento e forza a volontà. Da ragazzino gli dicevano che era un predestinato, e in effetti i colpi sfoderati e i 13 gol realizzati in campionato con il Sassuolo hanno confermato la sfrontatezza e il repertorio di un centravanti sul quale scommettere a occhi chiusi. Il valore? L’asta parte da 40 milioni di euro e su di lui ci sono anche le milanesi; con l’Inter che flirta forte del gradimento del giocatore. Il Napoli, però, non cede, anzi, ma ovviamente non può legarsi a doppio filo a un solo obiettivo: ecco perché le relazioni su Terrier del Rennes (25 anni) e Haller dell’Ajax (27 anni) sono diventate più frequenti nell’ultimo periodo. Entrambi, tra l’altro, essendo nati in Francia sono comunitari, anche se il gigante del Lancieri ha optato per la Nazionale ivoriana. In lista anche Armando Broja, ventenne nazionale albanese di proprietà del Chelsea ma in prestito al Southampton.

Opzione 2

Il club azzurro, però, guarda anche ad altre soluzioni italiane considerando che gli acquisti dovrebbero-potrebbero essere due. Attaccanti che in Serie A hanno fatto esperienza e un bel po’ di gol negli ultimi anni: in questa chiave il prediletto è Simeone junior, 26 anni e la capacità di lasciare spesso il segno sulla pelle azzurra: suoi furono i tre gol che la Fiorentina rifilò al Napoli nel 2018, il giorno dello scudetto smarrito in albergo, è del Cholito fu anche la rete del Verona realizzata in questa stagione al Maradona (1-1). Giuntoli, per completezza, tempo fa parlò anche della situazione di Andrea Belotti, 28 anni, in scadenza con il Torino: e nell’ottica delle riflessioni ampie, vale la pena tenere accesa anche questa idea.

Condividi
Secured By miniOrange